This blog is moderated! Dot not leave anonymous messages because I won't even open them and will directly reject them. Any attempt to spam this blog ends directly in the spam filter of my gmail account.

Tuesday, November 04, 2008

Lucca - Day 1

Prima fiera per Emy... e si è portata l'acqua appresso.
Almeno il primo giorno.
Ma previdenti come sempre, ombrellate e con bustine di riserva, arriviamo a Pisa in treno alla ricerca del nostro albergo.
Prima figura di m°rda... entro nell'hotel sbagliato.
Era quello dietro l'angolo.

Questo!
E tutto sommato ci è andata meglio perché, anche se non si vede (perché Deda a forza di procrastinare non ha più fatto il servizio fotografico alla hall).
Siamo al terzo piano: stanza 302.
Ma la stanza non è ancora disponibile quindi decidiamo di lasciare il bagaglio in albergo e corriamo in stazione dove compriamo pacchi di biglietti chilometrici da poter utilizzare nei giorni successivi.





Pasto frugale in stazione e di corsa a prendere il treno.
Schiantasse Pisa con tutta la torre... quella stazione l'ha progettata davvero qualcuno che voleva farti perdere il treno.
Sembra il Palazzo dei Burocrati di Asterix... vada al braccio ovest, troncone este, binario bis...
Già il fatto che ci sia un braccio ovest sa tanto di galera....


Ma il primo giorno niente scene da panico, del tipo orde barbariche che inseguono l'unico cosplayer che abbia capito su che cacchio di binario si trovi il treno all'urlo di: seguite quel Kakashiiii!
No, niente di tutto ciò. Il livello di bimbiminkismo si è tuttavia notato quando, salendo, vedi gente ferma in corridoio... quando praticamente lo scomparto è vuoto.
Io e Emy, che siamo ziotte mature e vissute... abbiamo detto: permesso.
Ci siamo inzuccate nel vagone, siamo arrivate in fondo e c'erano pure posti a sedere.
Ah, bom!

Lucca Comics di venerdì è pacifica. Per noi però c'era l'incombenza di sbrigare alcune cose. Prima si passa a prendere i Pass da Nicola Pesce e organizzare i turni per il disegno allo stand.
Poi si passa a salutare la Flashbook. Dopo duemila giri di Pirro all'interno dello stand Napoleone che non segue le proprietà del quadrato... abbiamo finalmente trovato la Hazard dove il signor Gianni ci ha commissionato di cercare bicchieri e patatine.
Noi i piatti e il coltello ce lo eravamo portato da casa (e il coltello si è perso - noooouh, il servizio di Emy scompagnatoooh!)... ma alle forchettine non avevamo avuto tempo di pensare.
Io fino a 30 minuti prima di salire sul treno per partire aspettavo l'ok dal mio editore per la consegna del lavoro! LOL.

A ogni modo... abbiamo girato mezza Lucca e finalmente si trova sta signora molto rustica e diretta che ci vende 30 bicchieri, un pacco di tovaglioli e 4 pacchettini mini di patatine per sette euro (offerti da Emy).
Mortacci se ci fanno la cresta Lucca su sta roba!
Dopodiché si passa a parlare con la pasticceria. Veniamo abbordate da due fighi da paura di nome Livio e TomTom... ai quali proponiamo di trasportare la torta per noi! *_* Forza lavorooooh!

La torta pesa 3,8 kg. 57 euri (come dice la crusca) e passa la paura - ma diciamo che grazie al supporto di Emy e Yue mi è pesata meno... e si accettano ancora offerte varie XDDD al vostro buon cuore! ha ha haha.
Va bene... si appropinquano le quattro e mezza e finalmente imbandiamo la tavola e prepariamo i dolci e... ci arrivano i dolci anche dalla Sardegna!!! Spediti da quel mito di Ma-ya!
Il Signor Gianni, invece, ha portato lo spumante.
Finiamo quindi a tarallucci e vino!!! Una folla impressionante! Un vero successo!
La torta basta per tutto e lo spumante anche... e io sono là che scatto foto a tutta birra ma non aspettatevi di tovarle qua perché devo farci l'aggiornamento all'Osamushi e quindi se volete vedere come vi strafogate - oh voi partecipanti al mitico compleanno - ve le dovete venire a vedere sul sito! MUAHAHAHAHA.
Farò anche lo zippino per farle scaricare. (se capisco come)

Al canto di: Perché è un bravo Osamushi e Buon Compleanno Osamushi... ci siamo così mangiati un'intera Fenice fatta di crema, cioccolata e millefoglie della Pasticceria Pinelli di Lucca (che consigliamo calorosamente perché oltre a essere gentili sono anche bravissimi!).
A me è toccata la testa e quindi ho acquisito la vita eterna e mi accampo il diritto di rompervi i maroni per l'eternità... finché non diventano farina!

Se non vi sta bene vi consiglio solo una cosa: emigrate.



Questo era anche l'anno di One Piece.
C'era uno stand caruccissimo col merchandising in mostra... i P.o.P (ma io, i miei, li ho già ordinati)... magliettine... e disegni originali creati per la serie animata dai concept artists.
C'erano anche dei characters! Choppy era bellissimo!
Non so chi sia la tizia nella foto... ma provate a fare una foto alla renna con una ressa di ventimila pimpi intorno... da sola non la lasciano mai!

Bellissimi gli acquerelli, comunque.


La sera proviamo anche ad andare al concerto di Cristina D'Avena.
Dopo esserci persi con gli altri, per non mi ricordo quale motivo, ma non penso che fosse già per la mia ossessione con Pedrosa ha ha ha.
Forse mentre cercavamo di raggiungerli sono stata attirata dall'odore del pvc in qualche stand... del resto ricordo di aver avuto una busta con dentro cartaceo... ma anche già gashapon: perché il buongiorno si vede dal mattino.
Siamo riusciti a sentire: I puffi, Pollon, Lady Georgie... poi si sono aperte le cataratte e Emy, che di manga ne aveva di più, è andata giustamente in fibrillazione.
Siamo corse in stazione dove abbiamo preso il primo treno per il ritorno.
La stazione di Lucca più tranquilla: il treno ti si ferma sotto il naso.
Finalmente, con le chiavi della stanza in mano, abbiam potuto portare su il bagaglio, ci siamo sistemate... abbiamo notato il
soffitto scorticato ma, fortunatamente, non ci pioveva dentro.
Purtroppo Emy ha trovato dei manga bagnati (manga che non sapeva di avere perché li aveva parcheggiati allo stand Hazard con l'intenzione di portarseli via l'ultimo giorno! - meno male che non l'ha fatto! LOL L'ultimo giorno è stato un incubo!).
Purtroppo il 25 di Black Jack le si è danneggiato. sigh.

Per qualche strano motivo, nella stanza, c'era Wall-E...
e giustamente non ci ha detto niente.
Abbiamo ponderato a lungo sul perché di tale presenza ma, a quel punto, la fame avanzava e il bagno lo avevamo utilizzato in pieno... era ora di soddisfare la pancia.

Certo a Pisa... de sera... ma ndò vai?
Specie se piove.
Due opzione: ristorante a destra, kebabbaro a sinistra.
Chi ha la pensilina? Il kebabbaro... e kebab sia!












Vuoi la fame, vuoi che era proprio buono.... ce lo siamo strafogato in un attimo.
Io Falafel in pane arabo con insalata e patatine (la variante patatine non l'avevo mai vista).
Emy non so bene quale animale defunto (forse angello) in piatto di kebab con pane al lato.
Abbiamo pagato 3 euro a testa e mai monetine furono meglio spese.
Siamo tornate in albergo, si son fatte le dieci. Ci siam guardate nelle palle degli occhi e abbiam detto: mi sa che 8 ore di sonno non ce le leva nessuno.

Solo più tardi ci siamo accorte che: il letto era un King Size ma le coperte erano per un classico matrimoniale. Abbiamo giocato al tiro alla fune con le coltri tutta la notte.
I manga son finiti sul termosifone.

5 comments:

Nimue said...

Wow, ma c'era anche Crostina! Che donna! ^_-

Scherzi a parte, complimenti per il successo del compleanno di Osamushi! La torta era davvero bellissima (e immagino pure buonissima vista la tua espressione goduta! ^_^)

YadirS said...

Dedona... non ho capito dove metterai le foto! ;_;
Cmq il mio contributo alla torta te lo scalerò dai soldini che mi devi per i manga spagnoli (che non sono ancora arrivati, tra partentesi), ok?
'ciots!
Y.

Deda said...

farò uno speciale sul sito di osamushi con tutte le foto e cercherò di mettere dei files di zip disponibili per il download.
Aaaah i manga spagnoli... TT___TT me n'ero dimenticata di sta storia, pensa quanto sto incasinata hahahahaha!

Anonymous said...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonymous said...

molto intiresno, grazie