This blog is moderated! Dot not leave anonymous messages because I won't even open them and will directly reject them. Any attempt to spam this blog ends directly in the spam filter of my gmail account.

Wednesday, December 31, 2008

La Dedaintervista su Satyrnet

Qui troverete l'ultima intervista che quel tesoro di Enrico Cartoons ha voluto dedicarmi!
Si era interessato già a Gashapon Hunter e trovo sia stato molto carino da parte sua chiedere "aggiornamenti" sulla situazione.
Qualche cosina è rimasta uguale, dall'ultima intervista, e qualche cosina è cambiata. 

Lo ammetto, cough cough, ho approfittato per fare pubblicità a cosine nuove anche: Principessa del Cuore, Isa e Bea (che però, forse, non ne ha bisogno) e l'Osamushi! - che l'ultima volta non c'erano.

L'anno si chiude in bellezza, facendo un raffronto tra la prima intervista e questa, son successe tantissime cose in pochi mesi... ma la strada è ancora lunga, o no? Mica ci spaventa!

----------------------------------------------------

Short translation:

by clicking on the QUI above you'll find an interview to yours truly that summarizes the recent working year.
It was busy and fun.
The interview is in Italian though, sorry ^^"!

Tuesday, December 30, 2008

Cars should be illegal - Le auto dovrebbero essere illegali
In una città qua vicino c'è stato un uncidente d'auto bruttissimo e son morti dei ragazzetti. 
Quello al volante è sopravvissuto e portato in ospedale e subito lo hanno accusato di essersi drogato, 'che dall'esame tossicologico delle urine risultava fatto di coca.
Il problema fondamentale, comunque, è che 'sti esami vanno fatti del sangue perché nella pipì ci restano i residui dei mesi prima di un sacco di robaccia che ingeriamo - mettiamo il caso che questo fosse andato dal dentista la settimana precedente, sarebbe risultato drogato come un cavallo alle corse.
Se ìiIo fossi nei genitori del ragazzo, per cautela, l'esame del sangue lo chiederei.
Poi, comunque, questo tizio magari si droga... ma forse si droga per i cacchi suoi e non va ad ammazzare gli altri. 
Se invece era drogato sul serio è ovvio che si merita la galera, voglio dire... solo che qui subito si salta alle conclusioni e i giornalisti pompano sempre tutto e nemmeno in un decentissimo italiano standard.

A nessuno viene mai in mente di criticare le industrie automobilistiche che producono auto che vanno oltre i limiti di velocità consentiti dalla legge. Dovrebbero essere illegali le auto che vanno oltre i 130km/H o no? Allora la domanda sorge spontanea: se in tutto il mondo esistono i limiti di velocità perché ci ostiniamo a costruire auto che superano quei limiti?

--------------------------------------------------------------------

Do you wanna know why cars are illegal?

In a nearby town there has been this ugly car accident and some kids died. The guy driving the car survived and they did some test on him and found he had used drugs. Now they tested his pee not his blood... usually lots of chemical residue stay in your pee, and for a long time. For example if you were to go to the dentist and use his medicine and they were to test your pee, you'd be drugged more than a drug addict in a crack house!
In short, if I were his parents I would ask for a blood test. Maybe the guy does use drugs, but maybe he does not go around killing other people than himself! Who knows? Of course if he is an idiot he has to pay... but the point is the right away the News jumped to the conclusion and pointed the finger.

I wonder why nobody ever point the finger at the people who build cars. I mean if there are speed limits all over the world why build a car that can go faster than that? Why offer the occasion to break the law? Fast cars should be illegal!

Wednesday, December 24, 2008

Have yourself a merry little Christmas,
and much bigger and awesome New Year!
May father Time find you well and find you a better path
to walk on for the next 12 months.
May Santa bring you at least a 24 hours of good rest and peace of mind.

I hope you get at least one day where you wake up, look at yourself in the mirror and say: I love you.
I hope you get al least one day where you wake up, look at an annoying person, laugh and say: Oh, well, we need them too.
I hope you get at least one day where you wake up and you don't have to run but get to walk and smell the roses.
I hope you get at least one day where you wake up and think: this is for the best! - and accept and compromise. You can always start anew.
I hope you get at least one day where you wake up and somebody pats your shoulders and says: good job!
I hope you get at least one day where you wake up and feel rested, in perfect shape and perfect health... thinking you could take on the world.
I hope you find at least one day where you can brace yourself and be brave and says: this is scary but it won't stop me.
I wish you get 365 good days, with at least a good thing in them.

But I hope you wont' mind if out of 365 days you only get 50 exceptional days and don't mind if all the rest are normal. Just shrug your shoulders and smile "oh, well" and be content.

Most of all, my message to you is: Life is an apple and you got teeth. Keep on biting!
Things might not ever go the way you planned but why plan anyways?
Don't take the adventure out of it.
You might not become rich, you might work more than you get paid for, you might not ever be able to reach a certain goal... but you can always enjoy the ride, not out of optimism, but just out of the fact you are and are able to learn. Do it all! Do it your best! You might not get "stuff" but you'll have a blast instead!

Happy Holidays to you all!

Friday, December 19, 2008

A Natale sono tutti più buoni... IO NO.

Io divento una belva perché per via delle feste la gente se ne approfitta per fare le cose più indegne che natura umana possa concepire... tra le altre cose rubare.

Stasera arriva qui a Torino il tanto sospirato pacco dalla Sicilia contenente carciofi, arance, mandarini, biscotti, confetti...... carciofi, mandarini... arance... arance?

Il pacco presenta un bel buco tondo tondo di lato. Ma proprio tondo della dimensione di una mano e di un'arancia o meglio... di una mano che sgraffigna un'arancia.
Apriamo il pacco, ammaccatissimo - Complimenti alle posteee! sempre affidabili - e cominciamo a controllarne il contenuto.
Pare ci sia tutto se non fosse per il fatto che qualche arancia è latitante.

Vuoi vedere che gli agrumi hanno scavato il buco e sono evase? *_* Voi ci credete?

Seeee XDDD e io sono Babba Natala! Io no, ma mia zia sì, che forse non si chiama Natala ma babba c'è tutta nel fidarsi ancora a fare i pacchi sotto le feste. Come se la gente non spendesse soldi a spedire le cose, nessuno si mette mai nei panni altrui, poi quando ste cose capitano a loro si lamentano pure. Ma va là? E il karma dove lo metti? LOL

C'è crisi, grossa crisi nei vostri cervelli bacati se vi dovete ridurre a fare i buchi nei pacchi altrui per fottervi due arance!

E questo è il mio augurio di Natale per voi...
perché più che rassegnarci alla perdita degli agrumi non possiamo fare, se vai alle poste a dire che ti hanno fregato le arance ti ridono in faccia... Che vi vadano tanto per traverso e con tanto di diarrea da farvi ricordare per sempre quelle arance! XDDD PERCHE' NON ERANO VOSTRE!


Ora, davvero... torniamo ai fatti serii. Sentivo di gente che spediva in Sud America le scarpe una alla volta sennò se le fregavano in dogana e per mia stessa esperienza ho visto gli sdoganatori americani farsi sandwiches con mayonese diretta a me: ergo tutto il mondo è Paese. Perché prendersela? Perché in Italia mi sono spariti 7 pacchi su 10, uno dei quali pur essendo stato ritrovato non mi è stato riconsegnato e un altro dei quali conteneva dei cd di Gackt? Ma spiegatemi chi cavolo ascolta Gackt in Italia tranne me e quella tizia a cui li avevo spediti (non per dire ci siamo accollati una spesa di 40 dollari in due). Forse me la prendo perché nonostante il magna magna e fotti fotti restiamo sempre i soliti pirla che: pagano dogana, oneri postali e Iva per ricevere pacchi regalo!!!!!!

Ricordo ancora con grande nostalgia l'avventura del regalo di Nat, che per ringraziarmi del suo soggiorno in Italia mi aveva regalato Blanc et Noir di Takeshi Obata. Un libro che costa uno sproposito, che le poste avevano dato in riconsegna ben 12 volte e che stavano rispedendo al mittente (se era vero poi)... nonostante: 1) a casa mia ci fosse sempre qualcuno. 2) le loro cartoline recavano sempre come orario le 13:30 e a quell'ora siamo TUTTI a casa. 3) il campanello funzionasse alla perfezione - ma i corrieri della SDA non hanno fatto corsi di aggiornamento sul come premere il bottone. Oh, però so che prendono una percentuale per ogni tentativo di consegna, sarà per quello che amano fare giri a vuoto?

Orbene, dopo aver chiamato le poste, aver speso un capitale in attesa non so quanto... mi mettono il pacco in riconsegna, il mio messaggio alla signorina Claudia, comunque gentilissima, perché porelli pure quelli dei call center, sono dei poveri precari in un mondo voluto per bamboccioni, il messaggio fu: se può dire alla SDA di Latina che sono già inquisiti per furto, non mi faccio scrupoli a tornare alla polizia postale una seconda volta...

Il giorno dopo arriva il pacco con spese doganali e oneri postali per 22 euro!!!! Stavo per dire, dopo tutta l'odissea: guardi se lo riporti indietro! Non lo voglio.

ma non è una cosa un po' iniqua pagare per ricevere pacchi?
Non si potrebbe, che so io, mettersi d'accordo con le poste degli altri Paesi e concordare nuove tariffe e far pagare a chi spedisce?

E soprattutto... Vi rendete conto che io ho dovuto insistere e insistere coi miei amici in America di non mandarmi più pacchi e pacchetti e non perché faccia complimenti ma perché pagherei talmente tanto di spese postali che mi ci compro un biglietto per gli USA?

E così ho detto: ragazzi, metteteli da parte, quando torno a SF a settembre ci scambiamo tutti i regali.

Manco io spedisco più niente. Il primo anno in Italia, povera innocente che ero, ho spedito 12 pacchettini... ne sono arrivati 3. Mai più!







Sunday, December 14, 2008

L'integralismo ha due volti.




Sign for Per la decriminalizzazione universale dell'omosessualità






Questo è un volto a dir poco controverso!

Dice: che discriminare chi discrimina non è giusto.
Posso aggiungere che discriminare chi discrimina chi discrimina non è giusto?
Si può ribadire che discriminare chi discrimina chi discrimina chi discrimina non è giusto!

Concordiamo tutti sul fatto che discriminare non è da discriminare ma... chiudo un occhio io, chiudi un occhio tu e diventiamo tutti orbi.

Mettiamo dei paletti. Piccoli piccoli ma mettiamoli. Io ho firmato.

Non tutti quelli che sono discriminati si mettono a discriminare a loro volta, sarebbe diventare uguali a quelli che discriminavano i discriminati, no?
Ergo chi lo dice che bisogna per forza andare a romper le balle a quelli che discriminano? L'importante è che chi non discrimina non lo faccia e venga appoggiato per questo... di chi lo faccia, invece, mi importa ben poco è un problema e una scelta loro perché non lasciarli in pace, purché facciano altrettanto con me?

Aaah, ma allora sta là il problema... loro vogliono essere lasciati in pace ma a lasciare in pace non ci pensano.

Rivendico il mio diritto di rompere le balle al mondo e immischiarmi negli affaracci altrui!
Già! Ma io non mi faccio i fatti tuoi, ergo... stanne fuori!

Un altro buon motivo per versare la mia decima altrove! *_*

Friday, December 12, 2008

A Torino e per miracolo!


Sono a Torino per miracolo.
Ieri per colpa dei treni ho perso l'aereo e ho dovuto fare un secondo biglietto.
Partita da casa alle 5:30 sono arrivata a Torino alle 5:30... diciamo che un viaggio di 12 ore per fare solo 800 chilometri non mi era mai capitato...
cioè ci mettevo meno a tornare a casa quando stavo in America.

Secondo me ieri sera il signor Trenitalia e il signor Volareblu sono andati a cena coi soldi di tutti quelli che hanno perso il volo e si sono ficcati sul secondo volo disponibile perché i low-cost non rimborsano.... ed eravamo tanti. Peraltro continuavano a dirci che non avevano sportelli e dovevamo chiamare l'199, putacaso non disponibile. Il biglietto è stato fatto al volo, via internet, da mia sorella. Per il rimborso? Forget about it! Non dipende da loro e non possono farci niente! E Trenitalia? Idem con patate.

CHI???? IO????

"Non è mai colpa mia" - in Italia!

Gli stupendi annunci alla stazione Termini erano tutti: questo treno con 3 ore di ritardo causa meteo, questo treno con 2 ore di ritardo causa ferrovie estere...

Scusate ma se vi si allaga la stazione non sarà che non avete fatto niente per evitare che questa situazione si verificasse? Insomma, un po' colpa vostra lo è... siete stati colti impreparati.
Indubbiamente è colpa anche di chi frequenta, come dire, se i tombini esplodono per Roma non sarà che buttiamo un po' troppe cartacce per terra e mozziconi di sigaretta che poi si espandono in acqua? Come diceva la pubblicità: Roma non è sporca, viene sporcata!

I treni erano tutti in ritardo di due o tre ore... e io ho perso il volo per sta storia. La cosa ridicola è che fino alle 5 avevano funzionato e poi sono cominciati ad arrivare i treni dal Nord e a lunga percorrenza... tutti ritardati dal meteo. A quanto pare la linea a Nord di Roma era allagata e quindi per fare entrate tutti, a turno, sono finiti tutti in ritardo, anche quelli puntuali.

Nel mio treno ci pioveva dentro io me ne sono accorta solo perché ho sentito freddolino a una spalla a un certo punto e mi ero bagnata fradicia /dormivo della grossa sul treno LOL.

Poi in realtà i treni ritardavano a entrare e uscire dalla stazione ma una volta partiti la percorrenza era normale fino a tre secondi prima di entrare in stazione... ed era fuori, là sui binari, che restavi bloccato con nessuno che veniva a dirti niente. Perché i controllori quando si tratta di queste cose spariscono, non vengono mica a informarti per tranquillizarti!
Io ho chiamato mio padre per farlo informare. Lui ha chiamato in stazione e alla stazione gli hanno deto che Roma era allagata.

Il bello era che gli faccio: Mario Termini bloccata, sicuramente perdo il volo.
lui: quando arrivi, vedi se c'è un treno per Torino e lo prendi.
io: ... Termini bloccata... se i treni non funzionano perché devo prendere un treno?
lui: ma quando arrivi allora prendi un treno e torni indietro.

mi ha ricordato tanto quella volta che voleva il gelato limone, fragola e panna.
L'omino disse: non ce l'ho limone.
e lui: ah, allora nocciola, limone e panna.
e l'omino: non ce l'ho il limone
e lui: ah, allora fragola, nocciola e limone.

:fall: :fall:

Comunque arrivo a Termini per prendere il treno per Fiumicino e, pensando di prenderlo al volo, timbro il biglietto.
Ma il treno ritarda talmente tanto chee alle 8:50 parte quello delle 7:37..... sul treno il biglietto mi scade e il bigliettaio fa: il biglietto è scaduto.
lo guardo: anche io, quando l'ho timbrato avevo 6 anni e guardi come mi sono ridotta aspettando.

In questi casi passa il bigliettaio. Se mi faceva anche la multa era aggiungere al danno la beffa. Evidentemente l'aria seccata deve avergli tolto ogni voglia di stare a discutere.

A ogni modo alla fine il volo è andato bene e qui era tuuuuutto bianco per la neve. Non avevo niente da leggere ma ho disegnato talmente tanto che la giornata mi è volata.

Arriviamo a casa ed entriamo dal garage.
Mio cognato fa: ho comprato un cagnolino.
e io da sotto: bau bau.

Mia nipote si avvia per le scale... mio nipote diventa paonazzo e si nasconde dietro la mamma.
La Bice mi vede e fa: zia! è zia bau! La zia è venuta a vedere la mia recita! (:gnegne:)
l'altro, tutto paonazzo, resta dietro la mamma (è timido mio nipote, quando è contento si nasconde).
Allora abbiamo fatto tutta la solita scena con la valigia e tira fuori i regalini... chiama la mia mamma, risponde mia nipote e fa: Nonna! Indovina? La zia è venuta per vedere la mia recita!

Sta recita poi... a metà canzone mia nipote si ferma e ci grida: mamma ho perfo la molletta!
e mia sorella, in fondano, le fa: nfa gnente, tu canta!

A un certo punto un bimbo prende e si piazza nel mezzo a ballare... Bice lo vede e lo acchiappa e se lo tira indietro con una faccia tipo: uè, torna nella riga tu, non ci sono solisti in questo spettacolo!!!

Alla fine tra chi salutava: ciao mamma!
Chi piangeva... sono riusciti a fare sta recita!
Noi eravamo sganasciati perché la gnappa è entrata in scena in punta di piedi (ora vuole far danza) e cantava sta canzone piena di S e lei c'ha la lispa e si sentiva solo lei che canta: Auguiiiii oggi è nato Gefùùùù!!!

Comunque sono arrivata alla sera morta. Tra la nipote che aveva visto la sciarpa nuova e si è lamentata che a lei la nonna la sfiarpa nuova non gliel'ha fatta. Quell'altro che giocava con la palla magica e le chiedeva cose e usciva sempre: no way!
E lui: che vuol dire? che vuol dire?
E io: vuol dire: NO.
E lui: oh nooooo! Questo vuol dire che nemmeno stavolta resti per sempre!
Alla fine siamo riusciti ad andare a dormire.
Ho visto che gli gnappini hanno dei nuovi libri tra cui uno di Rodari con Giovannino Perdigiorno come protagonista. Ma è l'omino delle favole al telefono? Sì, è lui... l'altro libro lo abbiamo finito e questo ha i disegni buffi.
Beh il primo è illustrato da Munari, che è divertente a guardarsi e da contare, ma questo qui ha i disegni di Altan che è tutto a colori!

Non so perché, la nipote insisteva che io dormissi sul divano: è comodo, è comodo... - diceva.
E io l'ho guardata e ho detto: oggi sul divano, domani davvero la cuccetta del cane fuori mi fate trovare. maledetti. XDDD

Stamattina alle sei, mortacci sua, la gnappetta si è svegliata col pensiero di farsi fare i tatuaggi! Le dico "Bincio te li faccio quando torni da scuola è buio, non ci vedo (erano le sei cavolooo!)"
e lei: ma tfia, sveglia, oggi è ieri. (voleva dire è già domani perché io le avevo detto "domani")
e io: mamma, ancora cinque minuti.
e lei mi fa: no fono mamma, la tua mamma poi arriva, devi afpettare fette giorni! :gnegne:


comunque è come sua nonna sta bambina... viene a parlarmi mentre dormo e a rompere le balle. Stamattina mi doveva far vedere che aveva la tuta di Kitty.
e io: vedo vedo.
e lei: ma senza occhiali come ci vedi?
e io: mortacci... ho detto che vedo...

Poi, giusto per solidarietà con la sorella, quell'altro gnomo malefico ha preso quel leone là che parla napoletano e lo ha buttato nella stanza... e sto fregno ha detto: siamo ammmiciii!
Lui è scappato, io ho continuato a ronfare un'altra oretta.

E fra due ore tornano a casa. Ci toccherà guardare astroboy durante cena.


Tuesday, December 09, 2008

My dad turned 17!

He doesn't look like it but you should spend an afternoon with him and you'd figure out that he can probably drop the 1 as well and just keep the 7!
The cool thing about him is that, for being a 7 year old boy, he likes to learn new things... unfortunately he is a boy and is a bit slow at getting stuff.
Eventually around the 20th time you explain him something he'll get it.
But just think about it: he surfs the net (and got a huge trojan horse that probably killed his pc), uses word and excel (although his macros always read as viruses), he knows how to put music on his mp3 player (but 1 time out of 2 the thing doesn't obey for some odd reason... and decides to switch itself off).
He cooks (we fight over onions), makes coffee (when he doesn't microwave the left over from the morning... we fight over that too), he scans my drawings (and saves them the wrong format), he drives me places (and get honked by people cuz he drives close to the center line).
But no kidding, if I were to get his age, I don't know if I would be that energetic and clever. He can fix almost anything, specialized in AC installation and keep on learning new things.... except English, that he cannot do and read as if it were Greek.
We got him a cake and called a few friends over.
Of course there's always the ones who get there uninvited.
Especially the girl to the left who professes to love my dad very much and follows him around as if she were his shadow.
Unfortunately once she gets crunchies all the love is gone and she focuses on her true love: food.
The guy to the right is more or less like her pal in crime. But my dad doesn't mind, he calls them Ciccio and Ciccia (althouth I think they are called something like Fluffy and Comma) and uses a little bell to call them over. They are like pavlov's dogs... except they are more like Mario's cats!
I wonder why he doesn't calle them Pasquale - he calls almost anything Pasquale!

The cake was bought at our favorite pastry store.
Bella Roma.
They said it was a hazelnut cake... there were hazelnuts in it but it was a sponge cake with cream (the type I really do not dig)... lucky for me they got small pastries too and those I ate plenty of.
The cake was cute but kind of hard to pierce with the candles...
He tried to put 17 on the cake... and when I told him: How cool you'll be 18 in 10 year, until then you better not drive....
He switched the candles around.

We went to the farm house and my father took care of the fireplace.
The house is freezing, believe you me, inside is colder than outside.
You could totally fall asleep and sleep through the day... in front of a fire like that.

I worked, instead, in a very uncomfortable position too, but I managed to do a little bit of what I had to do.

Luckily my dad knows other uses for a fireplace like that... and so he grilled bruschetta and sausage and was about to do pork chops too but let me tell you... after two slices of lasagna, roasted potatoes, mozzarella, salad, stuffed mushroom Sicilian style, artichokes and sausage (for people who eat meat) and a different selection of pickled vegetables Italian style... you won't ask for pork chops!
You ask for coffee!


After a nice group picture... with friends and relatives...

I dropped in the picture as well... and just looking at my dad from above I pondered....




Mario... is that powder sugar on your head?








Gnack!

9___9

Ptù, ptù! =^- oooooh!


It wasn't sugar!


Hey are you really 71? No way!


There won't be Italian translation for this post! :P get a life.
Questo post non sarà tradotto in italiano.
Il 10 Dicembre in Edicola!
Volendo citare le parole della nostra capoelfessa:

Il 10 dicembre esce in edicola il quarto numero della nuova serie: "London is magic!".
Isabella e Beatrice alle prese con un vecchio avversario e una nuova amica, tra le strade sfavillanti e misteriose di Londra.

E, nel minifumetto, un'apparizione benevola... perché a Natale, si sa, si è tutti più buoni.



Episodio sceneggiato con passione da Alessio Danesi e illustrato strepitosamente da Maria Rita Gentili.
Minifumetto onirico di Marco Iafrate, illustrato fantasiosamente da Yours Truly (cioè me... e direi piuttosto impacciatamente ma siate clementi!).
Giornale impaginato dalla streghetta Arianna Berti e illustrato dalla coppia fatata Stefania Rossini e Marco Troiani.



Una piccola anteprima... le matite del miniepisodio (che a colori è di mooolto più bello)


Buona lettura e fatemi sapere cosa ne pensate!

Siamo qua per migliorarci.
Giovedì 11 Dicembre, ore 17.30,

Presso la Sala “Cordella”
Corso Vittorio Emanuele
Adria (RO)

Per la presentazione di:

Donne, Vi racconto
(Jar edizioni)

con l’autrice Donatella Isidori interverranno Enrico Destro editore,
e il Sindaco Professore Antonio Lodo


Copertina Donne, Vi racconto

“Ho raccontato di donne, ho raccontato di me. Ho cercato di cogliere
qualche essenza sfuggita alla loro interiorità. Alcuni uomini ascoltano il
mutevole susseguirsi delle emozioni. E si amano.”
Teresa, Rita, Federica queste sono solo alcune delle donne che si incontrano
nel libro di Donatella. Un libro dove situazioni, emozioni, sentimenti,
racconti si intrecciano per dare la parola ai diversi aspetti dell'intimità
femminile. Cogliendo le sfumature più delicate e le passioni più recondite
Donatella Isidori dipinge la complessità di questo universo fatto d'amore e
di voglia di confronto, di perdono e di speranza.


Per informazioni
Jar Edizioni
Via Zucchini 9/M
Bologna
051/8554608
www.jaredizioni.com
ufficiostampa@jaredizioni.com

Thursday, December 04, 2008

Gashalbero 2008


click on the picture to enlarge it!
cliccate sulla foto per ingrandire.


Oh Tannenbaum, oh Tannenbaum,
Wie grün sind deine Blätter!
Du grünst nicht nur zur Sommerzeit,
Nein auch im Winter, wenn es schneit.
Oh Tannenbaum, oh Tannenbaum,
Wie grün sind deine Blätter!

Oh Tannenbaum, oh Tannenbaum,
Du kannst mir sehr gefallen!
Wie oft hat schon zur Winterzeit
Ein Baum von dir mich hoch erfreut!
Oh Tannenbaum, oh Tannenbaum,
Du kannst mir sehr gefallen!

Oh Tannenbaum, oh Tannenbaum,
Dein Kleid will mich was lehren:
Die Hoffnung und Beständigkeit
Gibt Mut und Kraft zu jeder Zeit!
Oh Tannenbaum, oh Tannenbaum,
Dein Kleid will mich was lehren!

Gashatree! Please sing "Oh tannenbaum" while looking at the pictures!


Il gashalbero 2008 - cantate tutti in coro con me...
"Si accende e si spegneee l'abete di Nataleee!"

Wednesday, December 03, 2008

Gashapresepe 2008


click on the picture to enlarge it!
cliccate sulla foto per ingrandire.

O Holy Night! The stars are brightly shining,
It is the night of the dear Saviour's birth.
Long lay the world in sin and error pining.
Till He appeared and the Spirit felt its worth.
A thrill of hope the weary world rejoices,
For yonder breaks a new and glorious morn.
Fall on your knees! Oh, hear the angel voices!
O night divine, the night when Christ was born;
O night, O Holy Night , O night divine!
O night, O Holy Night , O night divine!

Led by the light of faith serenely beaming,
With glowing hearts by His cradle we stand.
O'er the world a star is sweetly gleaming,
Now come the wisemen from out of the Orient land.
The King of kings lay thus lowly manger;
In all our trials born to be our friends.
He knows our need, our weakness is no stranger,
Behold your King! Before him lowly bend!
Behold your King! Before him lowly bend!

Truly He taught us to love one another,
His law is love and His gospel is peace.
Chains he shall break, for the slave is our brother.
And in his name all oppression shall cease.
Sweet hymns of joy in grateful chorus raise we,
With all our hearts we praise His holy name.
Christ is the Lord! Then ever, ever praise we,
His power and glory ever more proclaim!
His power and glory ever more proclaim!














Behold the mighty Gashapresepe for the year 2008!

Please mentally sing Oh Holy Night while admiring the pictures!

Ecco a voi il magnifico gashaprese del 2008!
Prego canticchiare Oh Holy Night mentre guardate le foto!

Tuesday, December 02, 2008

Le mini avventure di Gianni e Pinotta
(Perché Dedabau va in giro con Mamussi e papussi)

Gita a Napoli... a Napoli c'è di tutto... il treno ha fatto non 30 minuti di ritardo? de più... con le luci che si accendevano e spegnevano manco fosse una discoteca anni 80 mancava solo la palla disco! (in compenso l'ho comprata il giorno dopo!)
I miei hanno rucchiato sul treno e io facevo la guardia alle buste.

Alla fiera del baratto e dell'usato il gashapon hunting è andato male: bastardo un gashaponaro (che faceva tutto l'esperto) e scrauso l'altro.

Mia madre fa: non prendi niente?
Le ho risposto: ho già tutto TT_____TT (che tristeeeeess)

Io mi sono divertita tantissimo ho mangiato un botto, la pizza era ottima, quelli del ristorante (je venisse er cagotto, affamare così una povera bau) ci hanno fatto schiattà in cuorpo scambiandoci per dei tizi in comitiva a menù fisso ma poi ci hanno serviti alla svelta, abbiamo fatto giornata culturale (il Cristo velato è sempre una meraviglia), culi'in'aria.... e fieristica.

Mio padre ha detto che l'antiquariato della fiera era finto... ergo non ha frugato troppo. Però si sono divertiti anche se adesso sono cotti e mi hanno fatto sganasciare co sti treni.

Nemmeno i Fratelli MARX!!!!
Partenza. Cartellone arrivi (per vedere il ritorno).
Dico: non dobbiamo prendere necessariamente il treno delle quattro prendiamo quello delle sei e mezza che arriva alle otto.
mia madre: ma ferma a Formia.
io: fermano tutti a Formia.
mia madre: ma non arriva a Fondi dobbiamo cambiare.
io: no, quella in lista è l'ultima fermata prima della nostra: Formia.
lei: ma non c'è Fondi in lista, quindi non arriva a Fondi.
io: allora nessun treno arriva a Scomunicatolandia perché si fermano tutti a Formia e tutti a Monte San Biagio... sì che siamo scomunicati ma io sospetto che la scritta Arrivi Scomunicatolandia indichi che noi siamo l'ultima fermata a cui fa riferimento l'orario di arrivo. Vedi che gli orari non combaciano?
mia madre: ..... O_O
io: ...... ^^"
::::PATER ENTER::::
io: non dobbiamo prendere quello delle quattro e mezza possiamo prendere quello delle sei e mezza.
mio padre: ma ferma a Formia.
io - a terra che mi rotolo dal ridere.
mia madre: allora nessun treno arriva a Fondi, si fermano tutti a Formia o a Monte San Biagio... sì che siamo scomunicati....
io - a terra oramai che vomito schiuma per le crisi epilettiche.
mio padre: mhhh.
mia madre: eh, Mario, pensaci... sennò che ci sta a fare la scritta Arrivi Scomunicatolandia in cima al cartello.
io - a terra ormai paonazza.
mio padre: che c**o c'hai da ridere?


Alla stazione garibaldi. Ritorno.
mio padre: c'è iun treno alle 5:27
io: quelli sono gli arrivi.
lui: none vai a chiere
io - per farlo stare zitto vado a chiedere
er bigliettaro: sono gli arrivi
mio padre: ma ci sta scritto partenze.
e io: a sinistra... a destra c'è scritto arrivi.
San Tommaso va a guardare e fa: mhhh.
io: prendiamo quello delle sei e mezza sul binario 17.
Io e mia madre ci avviamo. Ci voltiamo. Mario non c'è.
Mia madre: ecco, si è fermato a leggere, se gli fregano il portafogli...
io torno indietro e lo vedo andare in fondo verso il binario 7... in direzione opposta alla nostra!!!!
Ovviamente si guarda attorno con l'aria di quello che è appena stato teletrasportato sul pianeta sbagliato. Prima che pianga fischio.
Si volta. Ci vede. Si illumina di immenso. Bofonchia lamentele e ci raggiunge leeentameeente (fa i 2 metri piani in 20 minuti)!
lui: ma dove andate?
e io: al binario 17?
e lui: ma perché partite così avanti senza dirmi niente?
e io: vabbè la prossima volta mi porto il guinzaglio.
alle sei faccio: vado a vedere se è ancora sul cartellone (visto che hanno soppresso e spostato il 70% dei treni). Vado e vedo che siamo all'11. Vado all'11 il treno è sul binario.
Torno da loro e dico: andiamo bambini ci hanno spostati all'11.
Mia madre, segue, ciecamente.
Mio padre si ferma davanti al cartellone... mi volto e non lo trovo e penso - vuoi vedere che Tommaso si è fermato al cartellone? Ed è là, ancora là, che si guarda attorno, da lato sbagliato.
Lo guardo e gli faccio: ti lascio qui.
Lui: mh, è davvero al binario 11.
guardo mia madre: ora lo ficco in una scatola col cartello "adottatemi".
Andiamo sul treno e mio padre fa: è tutto spento non è questo.
gli indico il cartello: ci sta scritto Scomunicatolandia, è questo ed è acceso.

Saliamo e inizia a fare la conta dei posti. Ma dove ti metti metti è un porcile.

Poi ci sediamo e finalmente iniziamo a fare le parole crociate e il treno fa ritardo... lui bobotta e mia madre che fa: non lo reggo.
Le ho dato l'ipod: toh, così non lo senti!

Alla fine manco Gianni e Pinotto riuscirebbero a farle così avventurose le gite....

Per non parlare di quando cercavano la pasticceria e si sono scommessi una sfogliatella. Mio padre ha sbagliato strada, mia madre poi l'ha trovata e, come sempre gli ha detto: visto te l'avevo detto!
E lui che fino a due minuti prima la prendeva per il culo ha fatto: mhh.
e io: eeeh ora fa mhhh ma c'aveva ragione lei e manco ci ha portato ai castelli romani stavolta.... ha vinto lei... pagaaa!
E quindi abbiamo cenato coi dolci.

Ovviamente a Scomunicatolandia ha diluviato tutto il giorno!

Eccallà... a mia madre è venuto il mal di pancia... le vado a preparare il canarino e mio padre butta la foglia di alloro nel pentolino (con l'acqua pulita) senza lavarla e c'era una bestia morta attaccata vicino: a Mariooo, ma tu le avveleni le persone!

Mi è toccato buttar l'acqua e rifare tutto.


Unica nota dolente della giornata il treno e il capotreno.
Ci dicono che abbiamo mezz'ora di ritardo e mio padre fa la battuta: allora ci rimborsano?
E lui stizzito: E perché mai? tanto il treno arriva, mica non arriva!

Quant'è vero che mi chiamo Deborha con l'H nel mezzo la prossima volta che un treno fa ritardo e passa il controllore (SE PASSA perché non passano mai)... gli dò il biglietto con tale lentezza da metterci tanto quanto è il ritardo del treno e se mi dice qualcosa gli rispondo: e che fa se ci metto venti minuti? tanto te lo dò il biglietto!

In Giappone si suicidano se un treno fa ritardo! Caro San Marino... solo tu mi capisci! TT__TT

Sunday, November 30, 2008

Rearranging gashapons - giocando a tetris coi gashapon.

Would you like to see my collection of butterflies?
Sali a casa mia... ti faccio vedere la mia collezione di farfalle!

I have decided to pin up on the wall my danglers. I was always afraid I would loose them, plus they don't stand up.
Ho usato degli spilli per fermare su del sughero i miei danglers. Siccome non si tengono in piedi ho sempre paura di perderli.

I also bought two mini container for some of my very small sets.
Ho anche comprato due techine per i miei set più piccini.





















A few days ago in Rome I bought a random trading figure.
Mostly I was attracted by the box because if you had two of them close together you would get this cute drawing.
It reminded me of Ichigo Mashimaro, so I got it.
Qualche giorno fa ho comperato una trading figure a caso. Sono stata attirata dalle scatole perché formavano una figura se affiancate. Lo stile mi ha ricordato Ichigo Mashimaro e quindi ho acquistato.

She was inside.

C'era dentro lei.

A mix of hard pvc and silcon rubber. Spectacular!

Un misto tra pvc dura e silicone per gli abiti.
spettacolare.




Ed ecco i POP children.

Portraits of Pirates - One Piece:
Zoro, Nami e Nojiko!

Now my new thing, the POP from one piece, kids version.

























Are they going to stay in the box? I don't know yet... probably.
I am too scared of dust and loosing pieces... when I saw the blister I put her
right back into the box.

Resteranno in scatola? Forse... non lo so ancora ma è forse sì.
Ho il terrore della polvere e di perdere i pezzettini di ricambio... e quando
ho visto il blister l'ho rimessa nella scatola.
Aggiornamento di Novembre per Osamushi!

Osamushi secondo noi... aggiornato!
http://www.osamushi.it/
buona lettura!


Questo mese:
Fumetti: I tre Adolf a cura di Pollino.
Curiosità: il film di Astroboy - con tanto di trailer!
Tezuka secondo loro, tanti nuovi articoli e segnalazioni e una mini recensione del nuovo "la Principessa Zaffiro" di Pink Hanamori.
Tante news! (tanto che ora abbiamo due pagine!)


in Home l'offerta speciale della Hazard Edizioni per fare tanti begli acquisti natalizi!
Approfittatene!

Thursday, November 27, 2008

Principessa del cuore 3 e Isa e Bea!

promo1Ricordandovi che domani sarà disponibile il terzo numero di Principessa del cuore.... Coff Coff è già uscito in alcune edicole (affrettatevi)!!!

Volevo anche ricordarvi... di seguire la vostra Fantasia... tra le pagine di Isa e Bea - Streghe tra noi. Disponibile in Edicola il 10 di Dicembre... le avventure invernali di Isa, Bea, Gurth, Federico e tutti i nostri eroi preferiti!!!!

Più un piccolo fumettino extra (scarabocchiatto dalla sottoscritta)... perché a Natale serve sempre un po' di magia in più - come dice giustamente la Simona!

Immagine riprodotta non a colori e dimensioni reali - se la vulite vedè ve la dovete accattà! XDDDD

Wednesday, November 26, 2008

Si inaugura sabato 29 novembre alle ore 18,00 presso gli uffici della
Jar Edizioni
Via Zucchini 9/M, Bologna

L’IMPRESSIONE DELLA MATRICE

L'IMPRESSIONE DELLA MATRICE

Rassegna Collettiva degli artisti:

Cinzia Resta, Laura Caruso, Claudia Benedetti, Ester Rizzoli, Marta Celli, Vittorio Nunzio Ormas.

La mostra mette in evidenza gli esiti dell’esperienza del laboratorio di incisione dell’Accademia di Belle Arti di Bologna dove gli artisti “impressionano” la propria sensibilità attraverso differenti tecniche calcografiche quali la Puntasecca, l’Acquaforte, l’Acquatinta, la Cera Molle, la Maniera Nera fino alla Maniera allo Zucchero.
La collettiva espone le varie fasi del metodo di lavoro, dalla lavorazione della lastra fino all’opera finale, attraverso un iter che restituisce all’arte una dimensione artigianale dove l’uso dei materiali e degli strumenti non può essere improvvisato.
In occasione dell’inaugurazione della mostra, sabato 29 novembre alle ore 18,00, gli artisti accompagneranno i visitatori alla scoperta delle opere nel laboratorio/gioco “Trova la lastra trova la stampa”.

La serata vedrà l’accompagnamento musicale di Marta Celli all’arpa celtica.

Dalla recensione del Professor Clemente Fava:

"Stimolare la creatività dei giovani è l’obiettivo principale della mia attività didattica, attraverso il confronto, la ricerca tecnica, il rispetto delle loro idee e sensibilità.
Tutto questo ho proposto negli anni di Accademia a Claudia Benedetti, Laura Caruso, Marta Celli, Vittorio Nunzio Ormas, Cinzia Resta, un gruppo di giovani artisti che hanno in comune una sensibilità artistica che li porta a prediligere l’incisione calcografica.
Le loro matrici sono universo e scrigno di incavi-rilievi-segni incisi, i loro fogli originali stampati immagine e specchio, testimoniano l’urgenza d’espressione e comunicazione attraverso la magia del segno.
I loro occhi ho visto brillare al momento del parto del foglio stampato, creatura molto attesa, aiutata a nascere dalla pressione dei rulli del torchio.
Consapevoli e affascinati dal linguaggio incisorio, ricco e autonomo, ci propongono opere significative.
Alcuni di loro, hanno partecipato di recente alla XXIII edizione del Premio Morandi, premio che continua, rinnova e testimonia la grande tradizione incisoria dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e la vitalità dei giovani artisti e del loro potenziale creativo.

A tutti l’augurio di un futuro percorso d’arte fruttuoso."

Bologna, Novembre 2008


Clemente Fava

Artista Incisore e docente del corso di Tecniche dell’Incisione presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna


COMUNICATO STAMPA
Mostra: L’Impressione della Matrice
Luogo: Jar Edizioni
Indirizzo: Via Zucchini 9/M, Bologna
Inaugurazione: sabato 29 novembre, ore 18,00
Periodo: dal 29 novembre al 20 dicembre 2008
Orario: 10,30 - 12,30; 15 – 18. Ingresso libero
Informazioni: tel. 0518554608 - fax. 0518554608
www.jaredizioni.com - ufficiostampa@jaredizioni.com
Principessa del Cuore - in edicola il 28 Novembre!





Twilight, Moccia, vampiri, lucchetti, Ponte Milvio, "Io e te 3 sopra il cielo", Jacob Culleen, Bella, New Moon, Ho voglia di te, Amici, Maria De Filippi... tutto questo non c'è!
Ho finito le parole che vengono googelate più spesso ma almeno adesso avete visto l'annuncio! ^___O

Scusate il trucchetto, senza offesa, ma se siete arrivati qui seguendo queste keywords ringraziate google!
Io lo faccio!

Tuesday, November 25, 2008

Strabilianti sorprese sotto il vischio!

Henry al suo meglio... come non lo avete visto mai!


Principessa del cuore 3 - in edicola dal 28 Novembre!









Una Victoria al massimo del suo splendore e in sorprendente stato di grazia!










Il Natale più romantico di tutti?
E chi lo sa....




Principessa del Cuore 3: dove i principi sono davvero azzurri!


Gentilissimi signori della plama... quando si tratta di promo... non siete nessuno!XD
I Vicerè - ma chi me lo ha fatto fare?

"Da un romanzo censurato per oltre 100 anni" - che sicuramente andrebbe letto perché non è possibile che sia stata censurata una simile cagata! Cosa censuri? I discorsi politici? Ma non hanno senso... La nobiltà? Ma se in tal senso è la brutta copia del Gattopardo! La storia? Ma è una normalissima storia di famiglia che si scanna per i soldi!

Dove sta lo scandalo e la censura in tutto ciò? Mi sorge il dubbio che nel libro ci fosse molto di più e in nuce la critica al clero e al politichese e alla nobiltà e alla borghesia corrotta c'era tutta... ma trattato in modo talmente infantile da far ridere persino uno vecchietto smaliziato come il mio papà!

Avevo deciso di guardarlo per due motivi: 1) la pubblicità alla radio faceva prevedere una bella storia risorgimentale (ma il risorgimento compare per 3 secondi e mezzo) 2) mi era stato rifiutato un pit stop all'Ikea e in qualche modo l'affronto andava punito!

La punizione fu atroce! Hahahahaha.
Tra mia mamma che non distingueva i fratelli bastardi dei prozii da quelli degli zii, mio padre che non capiva dove andassero le carrozze (e a ragione... tu mi lasci un'inquadratura dalla destra e in quella dopo invece di entrare da sinistra mi entri da destra!!! Avrai fatto inversione di marcia?).... la musichina stile "La Piovra", zero accenno alla mafia e un montaggio allucinante che faceva saltare fotogrammi di parecchio (con tanto di oggetti che sparivano dalla vista o si trovavano poi collocati in altra zona dell'inquadratura)....
Mai visto uno sceneggiato tanto singhiozzante! Zumpa zumpappà!

Ma non erano belli quelli che facevano negli anni 60? La baronessa di Carini, Il conte di Montecristo, Gianburrasca? Come mai con tutta la tecnologia e lo scibile dei giorni nostri riusciamo a fare solo delle immani cagate che vanno derise e non finanziate, skamarce dentro come poche cose al mondo e senza personaggi affascinanti di sorta?

A parte Lando Buzzanca, che si è rivelato davvero il personaggio/attore più interessante di tutta la storia (ma perché lui ha saputo dargli personalità non perché il Principe Uzeda fosse molto più di una macchietta di cattivo da feulleitton al quale hanno incollato una scusante patetica a ridicola sul finale per giustificare la sua cattiveria gratuita! - pfft! Per carità! Ma leggetevi Tezuka!)

Alessandro Preziosi è poco credibile come ragazzo di vent'anni... gli hanno appioppato sto personaggio di bastardo riluttante che fa la sua migliore figura da piagnotto che non da carogna!
La Capotondo ha un accento siculo vagamente romano! Complimenti, nemmeno mia madre che sicula lo è davvero è mai arrivata a simili ibridi! Lei ha il finto toscano ma il biascico Romano proprio non riesce a tirarlo su perché le doppie sicule la fregano sempre!

La cosa spettacolare... i dialoghi senza senso:
"Giovannino è sempre in ritardo!"
A un ballo? Il ritardo era la norma! Casomai la gente si incazzava per l'anticipo!

E tutto un linguaggio resto troppo povero e scevro di sottotesto.
Questi ragazzi che chiamano papà un padre/padrone (seee come se Uzeda potesse permettere una cosa del genere)... invece di chiamarlo padre o voscenza!
I ragazzi di sesso opposto che, tra di loro, si danno del TU anziché del LEI! O_O

E i costumi... ne vogliamo parlare? Parliamone? Come fa la sorella dell'Uzeda a ritrovarsi un vestito con bolerino corto dopo il 1860?

La seconda puntata ha visto il monologo più bello che si sia mai visto in una fiction della RAI, dove un tizio, per far contenti a tutti... promette tutto a tutti e grida evviva al Re, al Papa, ai Comunisti e ai fascisti... e forza Juve no? Ma vogliamo anche bene all'Inter!!! Ma LOL!

Tuttavia la lingua politichese esiste da molto più tempo e il popolo era meno scemo di quello che pensano certi autori. Caro Principino Uzeda là ti toccavano pummarole e uova marce addosso, altro che voti di elettori!

Più che una saga di famiglia è stata una sagra de famija... alla dinasty.

Il momento clou della serata, alla battuta: Che manine piccole hai, Teresina...
e io: e che fosse grandi che sai scavartici con queste manine piccole!
mio padre commenta: e come le fa profonde!

E ora vi chiederete, perché il Mantegna in cima al post?
Ma perché secondo voi un regista che si accinge a fare la piece storica non gioca a fare il Luchino Visconti de noantri?
Ecco che alla morte di Giovannino compare il Cristo Morto del Mantegna! (e ci son state varie altre citazioni tra cui una che ha fatto sbottare a mio padre - questo è il cugino scemo di Lampedusa!).

Ve lo dico col cuore, giovani, se i vostri genitori non vogliono accompagnarvi all'Ikea e vi rifiutano un pit-stop, fate loro vedere i Viceré e li avrete puniti a sufficienza!
Poi magari però vi divertite pure a fare i director's commentaries....

Una silloge pedissequa di significanti vacui.

Ovviamente mi rendo conto che non si possono rifilare per televisione le cose troppo complicate, la gente non le capirebbe (e magari c'è chi s'è lamentato che han trombato poco). Decisamente, gli italiani hanno quello che si meritano!

Monday, November 24, 2008

Not even with superpowers...
Nemmeno coi superpoteri!


An odd thing happened to me today as I decided to go to the farm house with my dad and help him prepare the farm for winter. You know, those types of things were you bring all the pots with plants under the porch, cover some trees with a special net, tie branches together, lock windows... when the cold comes, and it already came, you want to keep the damage to a minimum.

Oggi mi è successa una cosa strana. Sono andata in campagna con mio padre ad aiutarlo a chiudere tutto e preparare la casa e i campi per l'inverno. Abbiamo messo le piante nei vasi sotto il porticato, coperto i mobili da giardino, legato rami, coperto gli alberi delicati con la retina, chiuso porte e finestre... quando il freddo arriva è sempre bene limitare i danni al minimo.

While I was searching for something to put under the pots, to keep them to stain the porch, I decided to try a cardboard box (then, in the end, we put some plastic instead)... I brought the box outside and while I was shaking it something made a funny noise inside. Wasn't the box empty? I opened it and found a dried up lizzard! The Horror!!!! O_O

Mentre cercavo qualcosa da mettere sotto ai vasi, per non macchiare il portico, ho preso questo scatolone pensando di usarne il cartone (alla fine ho optato per un telo di plastica). Ho preso lo scatolo e l'ho portato fuori e mentre ce lo portavo, scuotendolo, ho sentito uno strano rumore provenire dal suo interno... ma non era vuoto? L'ho aperto e ci ho trovato il cadavere disseccato di una lucertola! L'orrore!

You know how that thing died, right? Lizzard have this super power that allows them to climb vertically on walls and plants... but, unlike geckos their sucktion is less stong. Geckos have these miniscular creases and are chemically attached to things. I think lizzard use some other superpower as they have claws. One thing I know for sure... they cannot climb on cardboard!

Sapete com'è morta la povera bestiola, no? Le lucertole hanno questi superpoteri che permette loro di arrampicarsi su muri e piante... ma a differenza dei gechi sono meno forti. I gechi hanno queste increspature microscopine sui polpastrelly e si incollano chimicamente alle cose (tant'è vero che per scollarsi devono ruotare la zampa per allentare la presa - ecco perché sculettano). Penso che le lucertole facciano affidamento anche ai loro piccoli artigli. Una cosa che so, per certo... è che non sanno arrampicarsi sul cartone!

The poor creature must have tried to climb out of the box for days. I died of starvation and thirsty and tired... it must have been agonizing! So that's why I said: Oh the Horror! O_O
In a split second, when throwing the body away in the dirt (go back to the Earth) all of these thoughts came to my mind and felt truly sorry for it.
Even as an animal you can have a heck of a Karma. You can climb on walls and trees but if you happen to fall in a cardboard box, not even with your superpower you can escape a horrible prison and a horrible death!

La creaturina deve aver provato ad arrampicarsi per giorni. E' morta di fame e di stenti... deve essere stato agonizzante! Ecco perché ho detto: che orrore! O_O
In un millisecondo, mentre mi sbarazzavo del corpo gettandolo nell'aiuola (torna alla Terra, piccolina), tutti questi strani pensieri mi sono venuti alla mente e mi è dispiaciuto per la povera bestiola.
Anche gli animali possono avere un karma del cavolo! Ti arrampichi per muri e alberi ma se cadi in una scatola di cartona manco i superpoteri dell'uomo ragno riescono a trarti d'impaccio risparmiandoti un'orribile prigionia e un'orribile morte!

So I turned around and said: Dad, can you imagine how long did it take and how much pain went on in a small cardboard box?
Her replied: well, she was too curious... if she hadn't gone as far as climbing down the box nothing would have happened.
So I pondered about it and answered back: but you know... what if we were to find out right away. That would have saved her... don't you think life, sometimes, it's just a matter of luck? Even if you do something as dangerous as taking a step longer than your leg... if somebody is there to catch you, you won't fall.
My dad something about the fact that's not always true... there are people who try to catch other and fall in their stead or fall with them...


Allora mi sono rivolta a mio padre: Te l'immagini quanto c'è rimasta qua dentro e quanto ha patito in questa scatola?
Ha risposto: Beh, è stata troppo curiosa... se non si fosse arrampicata per guardarci dentro non le sarebbe successo niente.
Ci ho pensato un po' su e ho replicato: Ma se noi la trovavamo in tempo avremmo potuto salvarla... non pensi che certe volte la vita è tutta una questione di fortuna? Anche se fai una cosa pericolosa come fare il passo più lungo della gamba, se qualcuno ti afferra al volo prima che tu cada... non cadi.
Mio padre ha risposto qualcosa sul fatto che certe volte è così ma dipende dalla caduta... ci sono persone che cadendo si tirano dietro gli altri o li fanno cadere al posto loro addirittura.

So if you truly want to take such a dangerous step, think of the consequences and don't just do stuff out of curiosity. True, if you never try you'll never know... but be aware of what you are and what you are able to do... cuz even if you rely on your superpowers, sometimes you are overestimating them and if you fall in a cardboard box not even superpowers can get you out of a horrible situation!

Quindi se davvero si vuol prendere un rischio è sempre bene pensare alle conseguenze prima (ma non solo per noi, anche per chi ci sta attorno) senza far le cose così, per curiosità. E' vero che chi non risica non rosica... ma chi risica conosce i suoi limiti e non li sopravvaluta. Perché anche se uno fa affidamenti ai suoi superpoteri, certe volte si cade nelle scatole di cartone e nemmeno i superpoteri riescono a tirarti fuori da una situazione disperata!


Sunday, November 23, 2008


25.11.2008 GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
INTERNATIONAL DAY TO ELIMINATE VIOLENCE AGAINST WOMEN

Non restate insensibili... se siete donne, potrebbe capitare anche a voi... se siete uomini... potrebbe capitare a una donna che amate!

http://www.saynotoviolence.org/
http://www.amnesty.it/
http://www.amnesty.org/
http://www.telefonodonna.it/index3.htm



Uscire dalla violenza si può:
Clicca qui per maggiori informazioni

Wednesday, November 19, 2008


Principessa del Cuore 3

In edicola a partire dal 28 Novembre!

Non perdetelo, sarà un Natale... emozionante! *_*

Thursday, November 13, 2008

Incontro al caffè letterario - resoconto:
I went to Ravenna last week end to do a presentation of my book and, from the same publisher, there was also the presentation of the cosplayers' book.
Pretty neat! Here's some pictures of the event:

This was the invitation


Il caffè letterario
si trova di fronte alla stazione di Ravenna. E' una di quelle iniziative nate per arricchire una certa zona impoverita della città, di quelle per le quali si dovrebbero ottenere dei fondi che poi, puntualmente, non arrivano perché siamo in Italia - il Paese dove ci si lamenta dei problemi ma poi non si fa nulla per risolverli.
Ergo se ci si lamenta di una zona della città, impoverita e squallida, si promettono mari e monti e poi, quando si prende l'iniziativa, vengono negati aiuti, fondi e chi più ne ha più ne metta... un po' ti fanno proprio passare la voglia di provare, o no?

The Cafè letterario is right in front of the train station in Ravenna. It's one of those thing born to revaluate a certain area of the city, turned poor, dirty and not so nice to visit. Of course everybody complains about it, this is Italy, but nobody offers solution. The owner of the cafè offered a solution: a cafè where people can go and buy books, read books, talk about books. He invited special guests, to do conferences, seminars... nicely planned, all of it. Now wouldn't you deserve funds for such great ideas? Indeed you should, the law says so... but when you go down to the point of getting money, there's never enough there. So no wonder people comes up with great ideas and then give up. If the City Hall first complains and ask for initiative but after that it does not help... why would you go as far as investing your own time, effort and money in something nobody believes in? It's like they tell you: let's get ready! - but then you only go... you alone! It sucks!

Sono storie da incubo quelle dei piccoli imprenditori che provano a creare un qualcosa di socialmente utile, sperando in sussidi e fondi - che dovrebbero essere tirati loro dietro a secchiate solo per aver preso il coraggio a due mani di fare qualcosa di utile per il sociale.
Spesso si fanno libri socialmente utili e tutto quello che ottieni è un timbro e un "dovresti esserci grati che ti abbiamo timbrato sta cosa qua!"... con allegate pretese assurde ma quando di stratta di sganciar soldi si tirano sempre tutti indietro (e poi magari hanno la casa al mare!).

The owner is a very brave man. He invests his own money in these meetings and seminars! He paid for my train ticket - and I travel with eurostar only, gosh I am so poche! - and offered me a glass of wine... just to hear me talk about toys. From the outside you wouldn't give a single penny to the place... the location is pretty awful... and the exterior looks like a common cafe... but inside there's a whole universe.



Ma lasciamo stare le solite polemiche. Il proprietario del locale è un tipo coraggioso e ospita tutta una serie di incontri ed eventi assai interessanti: tutto a sue spese!

E già perché non solo ospita una chiacchierona come me che parla di giocattolini dal profumo inebriante, ma le paga il biglietto del treno e le offre anche un bicchiere di vino a fine presentazione. Visto da fuori sembra un comune bar/ristorante e non gli daresti un centesimo... ma dentro c'è un universo intero!

here's some pictures of the happening.
After a presentation by our gracious hosts we managed to talk about our passions and the books. It was so much fun and people looked interested and notalgic.

Ecco una foto dell'incontro, durante il quale abbiamo parlato delle nostre passioni e dei libri. Le persone in sala sembravano molto interessate e nostalgiche. E' stato tutto molto divertente e simpatico... ci sono stati tanti momenti buffi e peraltro trovarsi la mamma di Sana in sala alla presentazione di un libro era davvero un qualcosa di... geniale!


Wednesday, November 12, 2008